La Custode di mia Sorella – La Recensione

Image from the movie "My Sister's Keeper"
La Custode di mia sorella (Nick Cassavetes, 2009)

:(‘ |

LaCustodeDiMiaSorellaHR_midDestinata alla morte dalla leucemia che la ha costretta a passare gran parte della propria infanzia in un letto d’ospedale, Kate ha una sorella concepita in provetta “programmata” con l’intento di farne sua personale donatrice di organi nel corso degli anni a venire. La famiglia si trova quindi riunita a dover affrontare il peggiore dei drammi. Se a questo aggiungete complicazioni giudiziarie, relazioni perdute e frustrazioni parentali, il quadro dipinto dal regista Nick Cassavetes è quantomeno angosciante.

Si tratta di un film deliberatamente struggente, volutamente sentimentale e assolutamente romantico che gioca con gli equilibri degli stati d’animo. Parla di un amore impossibile, quello per la vita, e di uno possibile ma non duraturo, quello che porta Kate a scoprire la propria sessualità. Il romanzo di Jodi Picoult dimostra di saper strappare lacrime anche portato sul grande schermo, senza potersi però vantare di aver ispirato un film riuscito. La scelta di accompagnare le scene più commoventi con una colonna sonora destinata ad emozionare e l’uso eccessivo di flashback rischiano di tradursi in svenevolezza, eppure La custode di mia sorella piacerà a non pochi spettatori, (giustamente) pronti ad emozionarsi di fronte a storie forti ma dimentichi di una scrittura fin troppo leziosa, di una regia assente e di interpreti poco convincenti, eccezion fatta per Alec Baldwin. Ma dopotutto, Nick non è suo padre John, e il film scivola in un buco nero di lacrime e ricordi da cui ne esce ridimensionato se non demolito. Troppe insomma le energie spese per spezzare il cuore al pubblico, troppe le sfortune di questa famiglia per credere che ciò sia reale.

Film triste e rassicurante al tempo stesso, ma il finale, fin troppo sentimentale, non è l’unico momento da dimenticare in questo manipolatorio, riduttivo e anonimo cancer drama.

– I.B.

E a voi è piaciuto il film? Aggiungete un commento!

Visita la pagina IMDb del film!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *